Votre titre Audible gratuit

9,95 € / mois après 30 jours. Résiliable à tout moment.

ou
Dans le panier

Vous êtes membre Amazon Prime ?

Bénéficiez automatiquement de 2 livres audio offerts.
Bonne écoute !

    Description

    Quanto sono interrelate la storia della Terra e la storia dell'umanità? L'uomo è davvero la specie in cima alla piramide della vita? Con quale diritto ha conquistato questa posizione? L'utilizzo smisurato delle risorse dove ci porterà?

    Queste solo alcune delle domande a cui il genetista Guido Barbujani e il geologo Mario Tozzi provano a dare una risposta, in un dialogo avvincente, fatto di punti di incontro e di scontro, di curiosi aneddoti e nuove scoperte scientifiche. Da due posizioni diverse ma complementari (quella dell'essere umano da un lato e quella del pianeta dall'altro) ricostruiranno La nostra grande storia, intrecciando la storia dell'uomo, iniziata milioni di anni fa in Africa quando i nostri lontani antenati sono scesi dagli alberi avventurandosi a passo ancora incerto nel grande mondo, con la storia della Terra, le sue trasformazioni e le vicende della geosfera e della biosfera - delle rocce e della materia vivente - che ha trasformato il globo in qualcosa di unico nel Sistema solare, se non nel cosmo intero.

    Un racconto a due voci che in tono vivace e approccio scientifico mette in luce curiosità sui fenomeni naturali e sui comportamenti umani, sfata alcuni falsi miti, e lancia interessanti spunti di riflessione sulla nostra specie, sul concetto di evoluzione, razza, ecosistema, sulle straordinarie risorse e le pericolose minacce del nostro pianeta, i punti di forza e le debolezze dell'essere umano. Un podcast di Frame-Festival della Comunicazione.

    L'uomo agricoltore (10.000 - 5.000 anni fa)

    Forse il passaggio più importante in tutta la storia umana è quello che ha segnato il passaggio dalla caccia e dalla raccolta all'agricoltura e all'allevamento. L'umanità inizia a produrre il cibo di cui ha bisogno, e ad accumularlo, anziché cercare di procurarselo giorno per giorno. Ma per coltivare la terra non si può essere nomadi: si formano i primi villaggi, le prime città. Una rivoluzione, la rivoluzione neolitica. L'agricoltura e la domesticazione degli animali nascono solo in certi siti con certe caratteristiche, e non tutte le specie vege-tali si prestano ad essere coltivate, così come pure non tutti gli animali si possono addomesticare. Ma ben presto questa rivoluzione si diffonde ovunque: 10mila anni fa nella mezzaluna fertile, qualche millennio più tardi in Cina, poi negli altipiani della Nuova Guinea e nelle Americhe, dove le prime attività agricole sono documentate a partire da 5 mila anni fa.

    Le conseguenze sono impressionanti: la popolazione cresce, nascono le grandi città stato e civiltà complesse in cui si formano diverse classi sociali, ma nello stesso tempo aumentano le malattie e la diffusione dei micro parassiti. Inoltre, i primi agricoltori neolitici introducono per primi i geni della pelle chiara nella popolazione europea, in cui fino a 6000 anni fa le pelli erano scure o scurissime. Ma come è avvenuta la diffusione delle pratiche di coltivazione e di allevamento? E con quali implicazioni? È una questione di DNA, di ecosistema, di regimi alimentari, di sostenibilità e di prospettive per il nostro futuro.

    ©2021 Audible Originals (P)2021 Audible Studios

    Ce que les auditeurs disent de L'uomo agricoltore (10.000 - 5.000 anni fa)

    Notations

    Commentaires - Veuillez sélectionner les onglets ci-dessous pour changer la provenance des commentaires.

    Il n'y a pas encore de critique disponible pour ce titre.