Prix : 11,11 €

Détails de l'abonnement : Détails de l'abonnement :
  • Gratuit pendant 30 jours, avec un titre au choix offert.
  • 9,95 € par mois pour le livre audio de votre choix, quel que soit le prix.
  • Vous n'aimez pas un titre ? Échangez-le.
  • Résiliez à tout moment, vos livres audio vous appartiennent.
ou
Dans le panier

Description

VERSIONE INTEGRALE. In un tempo e un luogo non precisati, all'improvviso l'intera popolazione perde la vista per un’inspiegabile epidemia. Chi è colpito dal male è come avvolto in una nube lattiginosa...

Un romanzo fantastico giocato sulla metafora della cecità dove gli istinti bestiali, la ferocia irrazionale, la sopraffazione gratuita si rivelano i tratti tipici della natura umana. Scelto da Federico Fellini per interpretare il suo alter ego da giovane nel film Intervista, Sergio Rubini esordisce nella regia nel 1990 con l'intenso film La stazione, cui seguono, tra gli altri, Tutto l'amore che c'è, L'anima gemella e La terra. Come interprete lo vediamo in Chiedi la luna di Piccioni, Una pura formalità di Tornatore, Denti di Salvatores, La forza del passato di Gay e Qualunquemente di Manfredonia.

©2010 Feltrinelli (P)2011 Emons/Feltrinelli

Ce que les membres d'Audible en pensent

Notations

Global

  • 5 out of 5 stars
  • 5 étoiles
    1
  • 4 étoiles
    0
  • 3 étoiles
    0
  • 2 étoiles
    0
  • 1 étoile
    0

Performance

  • 5 out of 5 stars
  • 5 étoiles
    1
  • 4 étoiles
    0
  • 3 étoiles
    0
  • 2 étoiles
    0
  • 1 étoile
    0

Histoire

  • 4 out of 5 stars
  • 5 étoiles
    0
  • 4 étoiles
    1
  • 3 étoiles
    0
  • 2 étoiles
    0
  • 1 étoile
    0
Il n'y a pas encore de critique disponible pour ce titre.
Trier par :
  • Global
    4 out of 5 stars
  • Performance
    4 out of 5 stars
  • Histoire
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 14/09/2017

Rapporto conflittuale

ho un rapporto molto conflittuale con questo libro, ne penso bene e male.
Il primo problema che incontro è di autorevolezza. Nel senso che questo è un autore che ha vinto il nobel, è considerato uno dei migliori scrittori moderni del mondo. A me non piace come scrive.
Non mi piace il suo linguaggio, il suo modo artificiale di costruire i dialoghi, spesso troppo lontani dal parlato comune, non mi piace che chiunque parli lo faccia con un tono medio-alto borghese, gli unici che si lasciano andare a un linguaggio più povero sono i ciechi malvagi del manicomio, come ad intendere che le parole pulite rispecchino la pulizia dell'animo, capisco l'allegoria, però sarà che sono cresciuto a pane e Palahniuk ma se la gente non parla come mangia io non riesco a sentire il racconto reale.
Mi piace invece la storia, l'intreccio, l'originalità delle idee, l'osservazione così profonda della miseria dell'animo umano, il fatto che non ci sono nomi, ma tratti descrittivi a dividere un personaggio dall'altro. Mi piace poi che tutto parta da un avvenimento surreale che accade e non c'è nessun dovere nello spiegare come.
Indipendentemente da i miei dubbi gusti letterari, è sicuramente un libro molto valido, letto in modo convincente.